Azioni Formative

Corso per Consulenti e Valutatori Family Audit - REGIONE PUGLIA

Dal 12/09/2018 al 24/01/2019
Sede Regione Puglia- via Gentile, 52- BariVedi mappa

Negli ultimi anni la Regione Puglia ha attivato molteplici iniziative finalizzate alla promozione del benessere delle famiglie, della parità di genere, del perseguimento dei principi di pari opportunità e non discriminazione, di conciliazione vita-lavoro e famiglia-lavoro. Gli interventi programmati, avviati e realizzati hanno in comune la medesima vision: dar vita a un territorio family friendly, dove le famiglie residenti o di passaggio possano trovare un'offerta mirata, di qualità e pensata per rispondere ai loro bisogni, producendo al contempo nuove opportunità di crescita all'intero sistema economico. L'intervento più recente, che si estrinseca attraverso due misure frutto della stessa strategia, riguarda l'adozione di un marchio di attenzione regionale “Puglia loves family” (DGR 55/2017) regolarmente registrato presso la CCIA di Bari, per il riconoscimento degli operatori che attuano misure family friendly verso i loro potenziali clienti e l'avvio del percorso di certificazione Family Audit per le imprese che adottano misure “family-oriented” verso i propri dipendenti.

Obiettivi

Il Corso si propone di formare due specifiche figure: quella del consulente, il professionista che accompagna l'organizzazione nell'efficace realizzazione del processo Family Audit, e quella del valutatore, il professionista che ha il compito di verificare se l'organizzazione ha attuato il processo Family Audit, secondo le disposizioni per la certificazione Family Audit.

Gli obiettivi formativi specifici mirano a:

  • formare figure specialistiche (consulenti e valutatori) attraverso lo sviluppo di conoscenze e di competenze sui sistemi di gestione dello standard Family Audit;
  • addestrare al ruolo di consulente e valutatore nell'ottica dell'appropriazione dei codici comportamentali e reputazionali propri dello standard Family Audit;
  • offrire una sperimentazione 'sul campo' attraverso un'esperienza in affiancamento alle figure accreditate che già operano nell'ambito della certificazione aziendale Family Audit;
  • favorire l'integrazione delle conoscenze e delle competenze acquisite nelle esperienze individuali pregresse, allineandole con le esigenze del profilo in uscita.

Destinatari

Il Corso si rivolge ad un massimo di 20 partecipanti. Il numero minimo di partecipanti, per l'attivazione del Corso, è 10 (di cui almeno 7 consulenti e 3 valutatori).

La composizione del gruppo prevede:

  • 14 posti destinati alla figura del consulente;
  • 6 posti destinati alla figura del valutatore.


Sul totale degli iscritti si prevedono 6 posti destinati a candidati che hanno frequentato e superato il Corso per consulenti del cambiamento gestito nel 2014 da Italia Lavoro e promosso da Regione Puglia in collaborazione con la Consigliera regionale di Parità (in seguito Consulenti Welflex).

I posti che non saranno coperti potranno essere destinati a quanti hanno fatto domanda e sono in possesso dei requisiti richiesti per l'iscrizione.

I requisiti di accesso per il profilo del consulente:

  • essere residenti in Regione Puglia da almeno 6 mesi prima della presentazione della domanda;
  • avere un'età anagrafica inferiore o pari a 35 anni compiuti entro la data di scadenza della domanda. Qualora non si raggiungesse il numero minimo di candidati con età inferiore o pari a 35 anni, verranno considerate anche le domande di candidati con età superiore a 35 anni;
  • essere in possesso di laurea magistrale/specialistica o titolo riconosciuto equivalente (nello specifico le lauree quadriennali vecchio ordinamento);
  • avere un'esperienza di lavoro nell'ambito di attività di consulenza del lavoro, commerciale e giuridica, della gestione delle risorse umane e/o dell'organizzazione aziendale e della contrattazione, certificata da contratti di lavoro (di diversa tipologia) pari ad almeno 400 giornate lavorative svolte negli ultimi 3 anni;
  • essere in possesso di competenze informatiche di base (elaborazione testi, fogli elettronici, presentazioni, internet).


I requisiti di accesso per il profilo del valutatore:

  • essere residenti in Regione Puglia da almeno 6 mesi prima della presentazione della domanda
  • avere un'età anagrafica inferiore o pari a 35 anni compiuti entro la data di scadenza della domanda. Qualora non si raggiungesse il numero minimo di candidati con età inferiore o pari a 35 anni, verranno considerate anche le domande di candidati con età superiore a 35 anni;
  • essere in possesso di laurea magistrale/specialistica o titolo riconosciuto equivalente (nello specifico le lauree quadriennali vecchio ordinamento);
  • avere un'esperienza di lavoro nell'ambito di attività di consulenza del lavoro, commerciale e giuridica, della gestione delle risorse umane e/o dell'organizzazione aziendale e della contrattazione, certificata da contratti di lavoro (di diversa tipologia) pari ad almeno 400 giornate lavorative svolte negli ultimi 3 anni;
  • essere in possesso di competenze informatiche di base (elaborazione testi, fogli elettronici, presentazioni, internet).
  • essere in possesso dell'attestato di conseguimento dello specifico corso di auditor di sistemi e superamento del relativo esame con riferimento agli standard di certificazione ISO, della durata di 40 ore.


In sede di iscrizione alle selezioni è richiesto di scegliere se seguire il percorso per consulenti oppure quello per valutatori stante il possesso dei relativi requisiti richiesti sopra elencati.
Una volta effettuata la scelta, questa si intende vincolata per la durata del Corso.

I requisiti di accesso per i 6 soggetti che hanno frequentato il corso per “Consulenti del cambiamento” (consulenti Welflex):

  • essere in possesso dell'attestato di partecipazione al percorso di formazione specialistica per Consulenti del cambiamento rilasciato a conclusione del Corso  organizzato da Italia Lavoro e promosso da Regione Puglia in collaborazione con la Consigliera regionale di Parità, denominato “Consulenti del cambiamento. Formazione su innovazione organizzativa e welfare aziendale”;
  • essere in possesso di competenze informatiche di base (elaborazione testi, fogli elettronici, presentazioni, internet, ...).


I 6 candidati potranno scegliere in sede di pre-iscrizione se seguire il percorso per consulenti oppure quello per valutatori stante il possesso dei relativi requisiti richiesti sopra elencati. Una volta effettuata la scelta, questa si intende vincolata per la durata del Corso.

Contenuti

Il Corso per consulenti e valutatori Family Audit si articola in 4 aree.

Da queste aree scaturiscono, in una prospettiva interdisciplinare, i contenuti e i metodi che caratterizzano il percorso formativo. Ogni area è articolata in moduli.

Le lezioni proposte saranno integrate con attività di formazione a distanza attraverso l'erogazione di moduli didattici nella modalità e-learning in un ambiente di aggiornamento permanente on line tecnologicamente supportato dalla piattaforma “L3-LifeLong Learning”.

  • Avvio
  • Formazione a distanza 
  • Didattica in aula 
  • Politiche di well-being e strategia di certificazione territoriale familiare  
  • Cambiamento del lavoro e contesto aziendale e territoriale 
  • Nuove tecnologie a supporto del lavoro 
  • Family Audit come standard di innovazione
  • Visita studio e workshop a Trento 
  • Esperienza in affiancamento a consulenti e vautatori accreditati Family Audit 
  • Project work
Aree formative e Responsabili

Politiche di well-being e certificazione territoriale familiare
Dr.ssa Giovanna Indiretto

Cambiamento del lavoro e contesto aziendale e territoriale
Prof. Vincenzo Bavaro

Family Audit come standard di innovazione
Prof.ssa Mariangela Franch

Nuove tecnologie a supporto del lavoro
Dott. Giuseppe Antonio Recchia


1. Politiche di well-being e strategia di certificazione territoriale familiare

Verrà affrontata la tematica delle politiche per il benessere territoriale attraverso l'analisi del dibattito relativo allo stretto rapporto tra politiche di conciliazione e politiche di sviluppo locale così da collocare il processo di certificazione Family Audit  all'interno di un contesto di riferimento più ampio che tenga conto del fare rete sui territori e delle innovazioni in termini di politiche di welfare.

L'area approfondisce l'analisi dell'assetto normativo e strategico della certificazione territoriale familiare in due contesti locali, quello della Provincia autonoma di Trento e della Regione Puglia, che stanno attuando delle politiche strutturali per promuovere il benessere in una logica family mainstreaming.

Macrotemi afferenti all'area:
  • Ecosistema delle politiche di well-being
  • Introduzione ai concetti e alle politiche family friendly  in un'ottica nazionale ed europea
  • Il quadro normativo e la strategia della Regione Puglia per l'implementazione di politiche di well-being
  • La strategia della certificazione territoriale familiare: contesto, strumenti e metodologia nell'esperienza della Provincia autonoma di Trento

2. Cambiamento del lavoro e contesto aziendale e territoriale

Lo scenario dei cambiamenti nell'organizzazione del lavoro e nel mercato del lavoro sono l'elemento centrale da cui partire per interpretare le sfide che oggi le imprese hanno di fronte per essere innovative, competitive e inclusive. Dall'analisi del contesto territoriale a quello aziendale per fornire elementi riflessione rispetto alla cultura del work life balance.

Questa area formativa comprende l'approfondimento di temi fondamentali come flessibilità, armonizzazione e qualità dei tempi di vita e di lavoro, l'attivazione di benefit e di servizi per il welfare forniti dalle aziende, richiamando anche il punto di vista della contrattazione decentrata e del ruolo degli attori comprese le parti sociali coinvolte nella costruzione di risposte comuni per il benessere aziendale e territoriale.

Macrotemi afferenti all'area:
  • Flessibilità e conciliazione dei tempi
  • Strumenti a supporto della genitorialità
  • Relazioni di lavoro e welfare
  • Welfare e produttività
  • Welfare contrattuale territoriale

3. Nuove tecnologie a supporto del lavoro

Innovazione tecnologica, lavoro agile, smart working, piattaforme collaborative e di welfare sono aspetti cruciali nella sfida del cambiamento organizzativo che la stessa certificazione Family Audit promuove.

Il modulo intende approfondire il tema delle tecnologie al servizio del lavoro  nell'ottica di un miglioramento continuo a favore del benessere della persona e della stessa organizzazione aziendale.

I futuri consulenti e valutatori devono essere in grado di proporre gli strumenti informatici che meglio rispondono alle esigenze di conciliazione e flessibilità della specifica organizzazione e di padroneggiarne direttamente alcuni.

Macrotemi afferenti all'area:
  • Piattaforme di comunicazione e collaborazione
  • Strumenti innovativi di lavoro flessibile: dal telelavoro allo smartworking (contesto normativo, esperienze pratiche, l'impatto della tecnologia, ...)

4. Family Audit come standard di innovazione

L'area si propone di sviluppare il tema del Family Audit ponendo l'attenzione sulla centralità che la materia ha acquisito negli ultimi anni, diventando uno standard di innovazione.  Sarà presentato il modello della certificazione aziendale Family Audit e le relative Linee guida, la metodologia, gli strumenti operativi dello standard.

Il modulo prevede inoltre anche una parte di supporto allo sviluppo dei “ruoli” del consulente e del valutatore finalizzata a lavorare sulle loro competenze trasversali e tecniche specifiche.

Macrotemi afferenti all'area:
  • Welfare aziendale family friendly: culture, strumenti, impatti
  • Inquadramento generale dello Standard Family Audit: strumenti attori e processo
  • Valutazioni di impatto della certificazione Family Audit: risultati di ricerche empiriche
  • Supporto alle competenze trasversali e di ruolo del consulente e del valutatore Family Audit

Programma

Le lezioni in aula si svolgeranno nelle giornate di mercoledì e giovedì per due volte al mese, con una frequenza giornaliera prevista di 7 ore. La Direzione si riserva la facoltà di apportare modifiche che a suo giudizio dovessero risultare opportune ai fini di un miglioramento complessivo del percorso.

12 settembre 2018
Apertura del percorso con i saluti istituzionali da parte di:

  • Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili, Provincia autonoma di Trento
  • Regione Puglia
  • tsm-Trentino School of Management


Seminario con interventi accademici per contestualizzare il percorso nello scenario delle politiche e dell'innovazione, sia aziendale che di sistemi territoriali, per il benessere e la qualità della vita lavorativa e sociale.

Presentazione del Corso.


Settembre 2018 – Febbraio 2019
Avvio del corso e fondazione del gruppo. Svolgimento delle aree formative sia in aula che in modalità a distanza.

Novembre 2018 – Gennaio 2019
Esperienza in affiancamento a consulenti/valutatori accreditati in aziende certificate o in corso di certificazione Family Audit.

Gennaio – Febbraio 2019
Assegnazione project work da discutere in sede di esame finale.

Termine del programma formativo.

Marzo 2019
Svolgimento dell'esame finale alla presenza di una Commissione appositamente costituita per la valutazione finale e chiusura istituzionale del Corso.

Principali scadenze

Scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione alle selezioni 
Mer 20 giugno 2018

Test on line 
Mer 27 giugno 2018

Colloqui di selezione 
Mar 3 luglio 2018
Mer 4 luglio 2018

Termine per la pubblicazione della graduatoria e per la notifica agli idonei 
Mer 11 luglio 2018

Termine per l'iscrizione 
Mer 18 luglio 2018

Avvio del Corso 
Mer 12 settembre 2018

Durata

Il Corso Family Audit in Regione Puglia prevede una parte didattica che si svilupperà in aula e in modalità formazione a distanza e una parte pratico-operativa costituita dall'esperienza in affiancamento a consulenti/valutatori accreditati Family Audit e dalla preparazione del project work da presentare in sede di esame finale.


Date le caratteristiche dei partecipanti, l'articolazione del percorso prevede:

  • una formazione di base per gli iscritti, ad eccezione di coloro che hanno già frequentato e realizzato il project work del percorso per Consulenti Welflex;
  • una formazione specialistica che si rivolge a tutti gli iscritti.


Il Corso inizierà nel mese di settembre 2018 e si concluderà nel mese di marzo 2019.

Le 200 ore complessive sono così articolate:

  • 155 ore dedicate alla didattica in aula e alla formazione a distanza;
  • 30 ore di coordinamento didattico, colloqui ed esami di fine area;
  • 15 ore dedicate all'esperienza di affiancamento in azienda.

Quota di adesione

I candidati ammessi al percorso dovranno formalizzare l'iscrizione entro e non oltre il 18 luglio 2018 inviando all'indirizzo tsm@pec.tsm.tn.it alla c.a. dell'Area Certificazione territoriale familiare, la seguente documentazione:

  • modulo di conferma iscrizione;
  • ricevuta di pagamento della quota di iscrizione pari a 150,00 €;
  • scansione della carta di identità.
La quota dovrà essere interamente versata al momento dell'iscrizione e non sarà rimborsabile a nessun titolo.

Il versamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a:

tsm-Trentino School of ManagementCassa Centrale Banca - Credito Cooperativo del Nord Est - Sede di TrentoVia Segantini, 51 - 38122 TrentoConto Corrente: 000000115177IBAN IT76 U035 9901 8000 0000 0115 177Causale: Pagamento iscrizione al Corso per consulenti e valutatori Family Audit in Regione Puglia – Nome e Cognome dell'iscritto

Iscrizione

Scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione alle selezioni: mercoledì 20 giugno 2018

Agenzia per la Famiglia