Azioni Formative

Fare oggi politiche pubbliche

Video realizzati da Agenzia per la Famiglia in collaborazione con Fondazione Demarchi

Una serie di video che approfondiscono attraverso interviste ad esperti temi quali la cittadinanza attiva, i beni comuni, l'educazione, l'open innovation, l'ibridazione delle politiche, l'attivazione giovanile, le azioni di ricerca-azione e tanto altro.

  

Gentile Visitatore

Stiamo raccogliendo alcune informazioni per creare dati statistici aggregati che ci potranno essere utili per la progettazione e nella realizzazioni di nuovi filmati.

Ti ringraziamo per il tuo contributo.

Network Analysis: Gli esiti delle ricerche nei distretti famiglia Alta Valsugana e Bersntol, Vallagarina, Val di Non, Val di Fiemme e piano giovani di zona Pergine e Valle del Fersina

Cosa sono oggi i Distretti famiglia in Trentino e quali le loro prospettive? Qual è la relazione tra Distretto Famiglia Alta Valsugana e Bersntol e Piano Giovani di Zona Pergine e Valle del Fersina? Come si fa rete e qual è il significato di studiarla? Cosa vuol dire come referente tecnico di un Distretto famiglia alimentare e mantenere la rete e qual è il ruolo di un rto dei distretti? Quali sono le relazioni che il Piano Giovani ha instaurato in 10 anni di attività con il Distretto Famiglia? Il progetto innovativo del family caffé e le prospettive future di questo tipo spazio.

Interviste a Luciano Malfer, Dirigente Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento, Luca Baldinazzo, sociologo, Claudio Gramaglia, psicologo di comunità-formatore, Silvia Bisello, Referente tecnica-organizzativa del Distretto Famiglia Alta Valsugana e Bersntol, Francesca Parolari, Direttrice di Asif Chimelli - Azienda speciale servizi per l'infanzia e famiglia di Pergine e Marianna Mocellini, Referente tecnica-organizzativa del Piano Giovani di Zona di Pergine e della Valle del Fersina.

 


La rete delle relazioni

Quattro differenti interventi riflettono sulla presenza nella vita quotidiana delle tecnologie digitali e sulla necessità di interrogarsi su come gli elementi fondanti dell'educare (fiducia, responsabilità, libertà, regole..) basati finora principalmente su esperienza e presenza, possano oggi essere agiti nella rete virtuale.

Interviste a Luciano Malfer, Dirigente Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili – Provincia autonoma di Trento, Roberto Maurizio, pedagogista formatore, Francesca Gennai, vicepresidente Consolida e Cristiano Conte, Coordinatore Educalab – Consolida.

 


Network Nazionale Comuni Family

Tre interventi, raccolti nel corso del Festival della Famiglia, riflettono sul valore della collaborazione e sulle prospettive future dei network per la promozione della cultura del benessere familiare sia sul territorio nazionale che con vision e mission oltre i confini italiani., sull'importanza del network europeo dei Comuni Family Friendly e sull'esperienza del Comune di Feltre, come esempio di Comune Family Friendly.

Interviste a: Luciano Malfer, Dirigente Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili - Provincia autonoma di Trento, Debora Nicoletto, Assessora Politiche Sociali, Politiche giovanili, della famiglia e pari opportunità, Attività Produttive e Politiche del lavoro, Comunicazione del Comune di Feltre e Raul Sanchez, Direttore Generale ELFAC.

 


Di-segno pubblico - La valorizzazione del territorio (Beni comuni, impatto sociale, rigenerazione)

Ci sono dei sistemi territoriali che portano l'ente pubblico e il terzo settore a diventare (ognuno dal suo punto di potenziale penetrazione) ecosistema favorevole promuovendo la collaborazione e un nuovo protagonismo fra i cittadini. Attraverso diversi intereventi che si focalizzano sul concetto di innovazione sociale aperta, sul riscatto come paradigma innovativo di relazione fra terzo settore, Pubblico e contesto, sui distretti dell'economia civile e sui regolamenti dei beni comuni scopriremo come si sperimentano situazioni e processi che di fronte al “mi interessa” costruiscono nuovi modelli di responsabilità civica.

Interviste a: Carlo Andorlini, esperto di innovazione sociale e curatore di Di-segno pubblico, Angelo Buonomo, Libera, Enrico Fontana, Direttore La nuova ecologia, Fulvio Cortese, Università di Trento

 


Di-segno pubblico - Innovazione pubblica (condividere, aprire, connettere)

E' “pubblico” tutto ciò che riesce a incrociare in forma partecipativa, meglio se collaborativa, tutti i cittadini di uno stesso contesto. Un contesto che sviluppa Comunità quando si riescono a intensifcare dimensioni di reciprocità fra le persone, quando il rapporto con l'ente pubblico si fa sempre di più orizzontale, quando molti attori compartecipano all'esito di un obiettivo comune. Cosa significa fare innovazione facendo incontrare il sociale con la cultura? Lo scopriamo attarverso una serie di interventi differenti che si pongono l'attenzione sui Distretti per la famiglia come nuovi strumenti di partenariato e co-progettazione, sull'innovazione digitale e nuovi lavoriper i giovani, sul significato di andare oltre i partenariati generando coalizioni che rispondano a sfide complesse.

Interviste a: Carlo Andorlini, esperto di innovazione sociale e curatore di Di-segno pubblico, Valentina La Terza, BASE Milano, responsabile del programma, Giovanni Campagnoli, Progetto Hangar Regione Piemonte, Michele Cozzio, Università di Trento


Educare nel mondo digitale

La tecnologia è una grande opportunità di confronto intergenerazionale e questo appuntamento ne vuole cogliere tutte le potenzialità. Le questioni che ruotano intorno al tema tecnologia/educazione emerse dal hackathon saranno poste a chi si occupa professionalmente della dimensione educativa. Evitando la contrapposizione fra catastrofisti ed entusiasti, inviteremo i relatori ad aiutarci ad interpretare il futuro della relazione educativa, interrogandoci su quali competenze devono oggi fornire le diverse agenzie educative e quali saranno i tempi, gli spazi ed i linguaggi dell'educatore del domani. In questo video tre esperti affrontano il tema dell'educare nel mondo digitale portarndo delle riflessioni su tecnologia ed educazione, su tecnologia, educazione e relazione ed infine su ricerca, digitale e insegnamento.

Interviste a: Francesca Gennai, vicepresidente Consolida, Piero Dominici, Università di Perugia e formatore, Roberto Maurizio, pedagogista formatore, Milena Bigatto, esperta in educazione all'innovazione e all'imprenditorialità.

 


Piani a strati

Piani a Strati è l'evento delle Politiche Giovanili della Provincia autonoma di Trento dove poter ascoltare dalle voci dei protagonisti i migliori progetti nati e sviluppati annualmente sui 35 Piani Giovani di Zona e d'Ambito del Trentino. Dai diversi progetti emerge la forza e la ricchezza dell'ibridazione delle politiche. Numerosi infatti gli ambiti che si intrecciano tra di loro e che in qualche modo non vanno a limitare e ad incasellare la fantasia progettuale delle giovani generazioni: cittadinanza attiva e volontariato, arte, cultura e creatività, musica e danza, teatro, cinema e fotografia, tecnologia e innovazione, educazione e comunità, sport, salute e benessere, economia, lavoro, ambiente e sostenibilità, conoscersi e confrontarsi con il mondo.

Interviste a: Debora Nicoletto, Referente formazione Piani Giovani di Zona e d'Ambito della Provincia autonoma di Trento, Ilaria Spagnul, Progettista Poplar festival PGA TAUT, Matteo Bolner, RTO PGZ Valle dei Laghi, Christian Gretter, Co-ideatore Piani a Strati, Stefano Laffi, Ricercatore sociale ed esperto del mondo giovanile

 


Strike!, una ricerca-azione

Strike! è una progettualità promossa dall'Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con Fondazione Demarchi, rivolta ai giovani under 35 residenti o domiciliati nelle province di Trento, Bolzano, Sondrio, Brescia, Verona, Vicenza e Belluno che nella vita hanno realizzato e vogliono condividere la propria storia di successo, per ispirare i giovani e le comunità ad immaginare, progettare, attivarsi per realizzare nuovi progetti o completare con successo quelli in corso. Attreverso Strike! le Politiche Giovanili provinciali intercettano spaccati di vita e lavoro che spesso si muovono fuori dalle politiche pubbliche e che presentano caratteristiche di elevata innovazione sociale e culturale. Strike! rileva i cambi di paradigma e paradosso che fanno i giovani.

Interviste a: Francesca Gnech, Sostituto direttore Incarico speciale Politiche Giovanili, Debora Nicoletto, Referente Strike! e formazione Piani Giovani, Sergio Zanella, Striker 2017 con Mmape e presidente dell'associazione L'Alveare, Alessandro Garofalo, Esperto di innovazione e sviluppo creativo

 


Reti territoriali, prospettive e visioni per il benessere della famiglia e della comunità

I Distretti famiglia incrociano nel loro lavoro temi come l'innovazione sociale, la valutazione e lo sviluppo locale. Per questo guardando ai Distretti famiglia è necessario utilizzare uno sguardo di letteura ampio che implica saper fare analisi culturale, capire che il valore stesso del distretto è la co-progettazione e il sostegno della rete, che le comunità sono le vere protagoniste.

Interviste a: Riccardo Prandini, Professore Università di Bologna, Elena Macchioni, Ricercatrice Università di Bologna, Marco Odorizzi, Direttore Fondazione Alcide Degasperi e Silvia Taviani, Policy Officer Save the Children

 


Fuori dal centro dentro al mondo delle politiche giovanili

Cosa significa fare politiche giovanili in un territorio "periferico" come sono le vallate? Cosa significa operare in un contesto che è fuori dalle logiche territoriali ma dentro una stretta logica di rete professionale? Anche il contesto universitario può intendersi una periferia dentro la città? Cos'è la rete dei Centri Giovani de Trentino?

Interviste a: Michele Bezzi, RTO Piano Giovani di Zona Bassa Val di Sole, Gaia Volta, RTO Piano Giovani d'Ambito GiPro, Cristina Degl'Agli, RTO Piano Giovani d'Ambito TAUT, Giulio Bazzanella, RTO Piano Giovani d'Ambito TAUT, Marianna Mocellini, Referente Centro Giovani #Kairos di Pergine

 


Disegna la rete - Lo strumento dell'arte per riflettere

L'arte è un potente strumento di apertura e riflessione. Rto dei Piani Giovani Zona e d'Ambito e referenti dei Distretti famiglia hanno esplorato insieme nel corso di una attività didattica museale le possibilità espressive della linea per sperimentare diverse dinamiche di relazione, per poter immaginare nuove strategie che rendano visibili le politiche. Il concetto di rete implica mettersi in relazione con gli altri attraverso la propria fisicità e ponendosi in una condizione di apertura, la base per "fare insieme".

Interviste a Luciano Malfer, Dirigente Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili – Provincia autonoma di Trento, Annalisa Casagranda, Area educazione – Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Matteo Ferrari, Filosofo, Egon Angeli, RTO Piano Giovani Destra Adige, Francesca Cenname, RTO Distretto famiglia Vallagarina

 


Giovani attivatori di una comunità accogliente: l'esempio del progetto PlurAlps

Il progetto europeo PlurAlps sostiene azioni che valorizzano il territorio e la diversità culturale, contribuendo ad accrescere il benessere dei vecchi e nuovi cittadini e i giovani rappresentano una risorsa fondamentale per sviluppare una cultura accogliente e inclusiva nelle comunità locali.
PlurAlps migliora le opportunità per uno spazio alpino pluralistico e lo fa anche attraverso la cooperazione transnazionale, che diventa fondamentale per lo sviluppo di nuove offerte e servizi per l'integrazione dei migranti nelle comunità alpine, e ponendo al centro anche i giovani come interpreti del concetto di Alpi multiculturali, tra tradizione e innovazione.

Interviste a: Laura Ravanelli, coordinatrice generale Fondazione Franco Demarchi, Antonio Cristoforetti, ricercatore Fondazione Franco Demarchi, Robert Moosbrugger, coordinatore del progetto PlurAlps per Agenzia per lo Sviluppo Regionale del Vorarlberg, Paola Marcolini, Regista "Alpi culturali tra tradizione e innovazione"

 


Piani a Strati, edizione 2018

Intervento di Stefano Laffi (ricercatore sociale ed esperto nel campo dell'intervento educativo e sociale nel mondo giovanile), in dialogo con Debora Nicoletto e Christian Gretter 

Informativa Regolamento UE 679/2016 (GDPR)
tsm-Trentino School of Management in qualità di titolare, utilizza questo modulo per dar corso alla tua richiesta e, se indicato, per registrare la tua iscrizione alla newsletter (i campi con * sono necessari). I dati saranno trattati esclusivamente da personale incaricato con modalità informatiche e manuali; non saranno comunicati a terzi non autorizzati né diffusi. L’informativa completa è presente alla pagina www.tsm.tn.it/privacy e può essere richiesta scrivendo all’indirizzo privacy@tsm.tn.it.

Proseguendo dichiara di aver preso visione dell'INFORMATIVA COMPLETA